Presentazione

Hello World!

Ecco le prime due parole che abbiamo trovato nel post automatico di Occhio al Blog. Dopo alcuni tentennamenti di carattere prettamente tecnico abbiamo comunque deciso di agire e di inaugurare il tutto, proprio iniziando a scrivere ciò che troverete qui sotto. Continua a leggere

Pubblicato in Cosa siamo | 3 commenti

Voi, fottuto che voi havesti colei

Niccolò Machiavelli a Luigi Guicciardini

Verona, 8 dicembre 1509

Spectabili viro Luigi Guicciardini in Mantova tanquam fratri carissimo.

Affogaggine, Luigi; et guarda quanto la Fortuna (leggi “il caso”) in una medesima faccienda dà ad li huomini diversi fini. Voi, fottuto che voi havesti colei, vi è venuta voglia di rifotterla et ne volete un’altra presa Continua a leggere

Pubblicato in Il taccuino dell'ubriaco | 2 commenti

Cipro: un segnale di speranza

Il parlamento cipriota ha sconfessato il suo governo, bocciando l’accordo raggiunto fra quest’ultimo e la troika (Bce, Fmi e Commissione europea). In sostanza il parlamento ha votato no alla possibilità di un prelievo forzoso dai conti nelle banche cipriote, che avrebbe generato 5,8 miliardi euro. L’isola si trova in grave difficoltà economica a causa della sua stretta relazione con la Grecia, la cui recessione permane compromettendo un sistema bancario non abbastanza forte come quello cipriota. La troika è intervenuta in soccorso a Cipro, con un piano d’aiuti erogati in caso di adempienza alle condizioni di riforma della spesa pubblica, in parole povere un piano di austerità. In questo caso però il tutto doveva attendere un primo passo di Cipro, appunto il prelievo forzoso dai conti delle banche cipriote, misura che non è andata giù al parlamento dell’isola. Continua a leggere

Pubblicato in Economia, Mondo | 2 commenti

Finanziamento ai partiti politici

«Non so se abolire il finanziamento [ai partiti] serva a far pace con Grillo; sicuramente serve a far pace con gli italiani che hanno votato un referendum e che anche alle elezioni ci hanno dato un segnale»(1) Continua a leggere

Pubblicato in Svizzera, Ticino | 2 commenti

Salario minimo

È di pochi giorni fa la notizia apparsa su laRegioneTicino, 13.3.13, pagina 13, che i Verdi lanceranno un’iniziativa per il salario minimo. Dicono, «salario minimo per tutti quei settori dove non esiste un contratto collettivo di lavoro», e ancora…

Continua a leggere

Pubblicato in Ticino | 2 commenti

L’uccelletto in Chiesa

Era d’Agosto e il povero uccelletto
Ferito dallo sparo di un moschetto
Andò per riparare l’ala offesa,
a finire all’interno di una chiesa.

Continua a leggere

Pubblicato in Il taccuino dell'ubriaco | Lascia un commento

Cultura censurata

Venerdì 5 marzo, a pagina 3, è apparso un articolo su laRegioneTicino a seguito della censura subita dal Diavolo, noto quindicinale ticinese.

Continua a leggere

Pubblicato in Cosa siamo, Ticino | 1 commento

USI e getta

Lugano. Quando con amici ci rechiamo al Molino per un concerto interessante, la vedo sempre sfilare dal finestrino, l’auto imbocca la via parallela al fiume Cassarate e sparisce.

Continua a leggere

Pubblicato in Cosa siamo, Ticino | 8 commenti

È morto il Nano

Ebbene sì, è proprio così. Nemmeno io ci ho creduto subito quando ho letto la notizia sui soliti portali ticinesi, quelli che ti danno le notizie e magari dopo un paio d’ore le smentiscono. Però su certe cose non si scherza, certe cose sono serie e così vanno trattate. Continua a leggere

Pubblicato in Polemica varia, Ticino | Lascia un commento

Un’Italia più che mai divisa

Beppe Grillo, ha vinto lui. E chi l’avrebbe mai detto? Io senceramente no, almeno non in questi termini. Era presumibile un buon risultato da parte del neonato Movimento 5 stelle, ma avvicinarsi al 25% dei suffragi e mettere in discussione il grande favorito – l’alleanza di Bersani – va oltre ogni rosea previsione. Anzi, forse non proprio tutte, non quella di Grillo almeno, il quale ha sempre creduto nel suo movimento, ci ha lavorato molto e ha colto i frutti.
Continua a leggere

Pubblicato in Cosa siamo | 4 commenti

Giudizi poco attendibili

Sembra di assistere ad una previsione oracolare quando si legge un qualsiasi articolo, estratto, rapporto, ecc. che si riferisce ai giudizi delle agenzie di rating (termine inglese che in italiano può essere tradotto con “classificare”), le “tre sorelle”: Standard&Poor’s, Moody’s e Fitch. Sembra che gli analisti di queste aziende siano profeti in terra dell’economia, che sappiano prevedere ogni possibile scenario futuro e classificare di conseguenza i vari attori economici, siano essi pubblici o privati. Continua a leggere

Pubblicato in Economia | 2 commenti